Gnocchi di coste di bietole al gorgonzola

Sono una gran testarda io. Chi mi conosce bene, lo sa. Anche chi mi conosce meno bene, in realtà.

La mia testardaggine si è accanita negli ultimi tempi sugli gnocchi. Li ho preparati spesso, soprattutto quando volevo impegnare mia figlia in un’attività che richiedesse una certa manualità.

I risultati pedagogici davano una certa soddisfazione, a differenza di quelli gastronomici. I miei gnocchi erano sempre troppo morbidi o troppo inconsistenti, spesso più simili ad un purè che ad un impasto da modellare.

Poi, la svolta: di botto ieri ho capito in cosa sbagliavo. Ho capito che era la fretta a far naufragare ogni mio tentativo. Mi ostinavo a preparare gli gnocchi in fretta e furia, aggiungendo ad un piatto già veloce una smania di finire subito che rovinava tutto.

Invece è la lentezza, la chiave di tutto. Dare agli impasti il giusto tempo di respirare: ecco l’ingrediente segreto per la realizzazione di un piatto appagante.

Vi lascio la ricetta ormai infallibile dei miei gnocchi, certi che non dimenticherete questo essenziale ingrediente segreto. Scoprirete come me che la pazienza è un’arma indispensabile per affrontare le battaglie che abbiamo sempre perso.

Ingredienti

  • 300 g patate lesse, possibilmente a pasta bianca;
  • 150 g farina
  • 50 g coste di bietola gialle e rosse lesse e ben strizzate
  • 50 g gorgonzola dolce
  • 1 cucchiaio di parmigiano
  • sale e pepe q.b.
  • olio e.v.o. q.b.

Schiacciamo le patate lesse in uno schiacciapatate senza privarle della buccia. Eliminiamo dallo schiacciapatate i residui di patata e utilizziamolo anche per eliminare i residui di acqua di cottura dalle coste di bietole.

Tagliamo finemente le bietole con un coltello e incorporiamole alle patate lesse e aggiungiamo infine la farina. Impastiamo a mano in modo da incorporare la farina a tutti gli ingredienti, ma non lavoriamolo troppo.

Formiamo una palla di impasto e lasciamo riposare per circa 20 minuti. Creiamo quindi dei cilindri di pasta del diametro di circa 1,5 cm e ricaviamo da essi gli gnocchi, con l’aiuto di un coltello. Per conferire agli gnocchi il tradizionale aspetto rigato passiamoli sull’apposito attrezzo di legno (il riga gnocchi, appunto) o sui rebbi di una forchetta.

Quando i nostri gnocchi saranno pronti cuciniamoli in una pentola con acqua bollente salata: i gnocchi saranno pronti non appena inizieranno a galleggiare.

A questo punto non ci resta che condirli. È fondamentale non scolare completamente gli gnocchi, ma lasciare qualche cucchiaio di acqua di cottura che ci aiuterà a sciogliere più agevolmente i formaggi. Aggiungiamo il gorgonzola e il parmigiano mescolando continuamente con estrema delicatezza per evitare che gli gnocchi si rovinino. Servire ben caldi condendo con un filo d’olio e del pepe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...