Panini per hamburger fatti in casa (burger buns)

il

Chi pensa che negli Stati Uniti si mangi male si sbaglia. Sono stata in America due volte ed entrambe le volte per un tempo ragionevolmente lungo da approfondire le loro usanze culinarie.

L’identificazione del fast food col cibo spazzatura, ad esempio, è grossolana e fuorviante. Perchè gli hamburger negli U.S.A. sono buonissimi, e non parlo solo di quelli dei locali gourmet, che da qualche anno spuntano come i funghi anche in Italia. Anche nelle classiche tavole calde alla buona, la qualità di solito è altissima:  il pane è morbido e fragrante, le verdure sono freschissime e saporite e la carne è deliziosa.

Preparo spesso gli hamburger a casa, sempre con carne e verdure di qualità e sempre con dei panini appena sfornati. Ecco la ricetta.

Ingredienti

  • 450 gr farina 0
  • 50 gr zucchero
  • 30 gr burro
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bicchiere di acqua calda
  • 1 bustina di lievito di birra secco
  • semi vari per guarnire

 

Mescoliamo tutti gli ingredienti solidi insieme, aggiungiamo il burro, l’acqua e l’uovo e impastiamo per circa 10 minuti fino ad ottenere un impasto soffice, liscio e non appiccicoso. La dose di acqua consigliata in questa ricetta è indicativa e, come sempre, è influenzata dalla temperatura e dall’umidità presente nell’aria al momento dell’impasto. Non diperiamo quindi se, dopo 10 minuti, la pasta dovesse essere un pò troppo appiccicosa: basta aggiungere una manciata di farina fino ad ottenere la consistenza desiderata.

Mettiamo a riposare la pasta in una terrina leggermente unta con dell’olio e copriamo con un panno di cotone umido. Lasciamo lievitare per 1 o 2 ore (anche qui, tutto dipende dalla temperatura esterna) e comunque fino al raddoppio di volume.

Sgonfiamo leggermente e formiamo 6 panetti delle stesse dimensioni. Schiacciamo leggermente il panetto in modo da far sì che il diametro sa di circa 8/9 cm, e che lo spessore sia di almeno 2 dita.

Mettiamo su una teglia e copriamoli nuovamente col canovaccio umido. Facciamo lievitare per un’altra ora. Quando saranno ben gonfi, spennelliamo la superficie con un composto di uovo e acqua (un cucchiaio d’acqua per un uovo) o con dell’olio, se preferite, e coprargiamo la superfice con semini (di sesamo, di lino, di papavero, di girasole).

Inforniamo in forno ben caldo (200°) oer 10/15 minuti, finchè non sono dorati.

Questa ricetta si presta a molte varianti. Possiamo mischiare la farina 0 con farina integrale, di farro, di segale e usare semi differenti per guarnire. Come sempre, una volta acquisita la ricetta, sta a voi aggiungere un tocco personale di magia.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...