Pizzolo di tumminia con broccoletti, cavolo nero e salsiccia

il

Qualche tempo fa vi ho parlato dei pizzoli una prelibatezza della Sicilia sud-orientale dal cuore morbido farcito con ogni sorta di prelibatezza e dall’esterno croccantissimo.

Oggi vi voglio rendere partecipi di una versione leggermente rielaborata della tradizionale ricetta, che ho preparato ieri sera. La principale variazione consiste nella farina utilizzata per la preparazione, che in questa versione è la mia amata farina di tumminia.

Per esaltare ancora di più il sapore unico di questi grani, ho deciso di farcire questi pizzoli con broccoletti e cavolo nero ripassati in padella con la salsiccia.

Ingredienti

per l’impasto:

  • 400 gr di farina di tummini (o altra farina integrale a vostra scelta)
  • 10 gr di fecola di patate
  • 250 gr di acqua calda
  • 7 gr di lievito di birra
  • 1/2 cucchiaino di miele
  • 2 cucchiai d’olio e.v.o.
  • sale q.b.
  • parmigiano q.b.
  • pepe q.b.

per il ripieno:

  • 200 gr di cavolo nero lesso
  • 200 gr di broccoletti lessi
  • 80 gr parmigiano
  • 130 gr di salsiccia
  • sale e pepe q.b.
  • olio e.v.o. q.b.

Setacciamo la farina e la fecola e versiamola nel recipiente del robot da cucina. Aggiungiamo quindi il lievito, il miele, un pizzico di sale e iniziamo a lavorare con il gancio a uncino, aggingendo gradualmente l’acqua. Da ultimo aggiungiamo l’olio, sempre continuando a lavorare l’impasto, che dovrà essere ben elastico e non appiccicoso.

Spegniamo il robot e togliamo l’impasto dalla planetaria. Formiamo una palla, copriamo con un canovaccio pulito l’impasto e lasciamolo lievitare fino al raddoppio (circa due ore, ma tutto dipende dalla temperatura esterna e dal tasso d’umidità). A questo punto dividiamo l’impasto in due panetti e lasciamoli lievitare per un’altra ora.

Riscalidamo il forno a 200° e prepariamo il ripieno.

In una padella scaldiamo un filo d’olio e versiamo il cavolo nero e i broccoletti ben scolati e saltiamoli a fuoco vivo per 5 minuti. Aggiungiamo quindi la salsiccia tagliata a tocchetti e cuciniamo per 10 minuti assieme alle verdure.

Regoliamo con sale e pepe, togliamo dal fuoco e lasciamo raffreddare.

A questo punto siamo pronti per la cottura in tre fasi del nostro pizzolo.

Nella prima fase, disponiamo su una teglia i panetti e stendiamoli grossolanamente fino ad ottenere due dischi dal diamentro di 20 cm circa. Inforniamoli quanto basta per poterli tagliare a metà (orientativamente 10 minuti).

Nella seconda fase condiamo la base del pizzolo con gli ingredienti: disponiamo uniformemente su tutta la base le verdure saltate con la salsiccia e il parmigiano grattuggiato, condiamo con un filo d’olio  e inforniamo nuovamente per 8 minuti.

Nella terza fase invece ad essere condito sarà il “cappello” ossia la parte superiore del pizzolo. Spolveriamo questa con una manciata di parmigiano, sale, pepe e olio, quindi uniamolo alla base condita e cotta e inforniamolo nuovamente finchè il parmigiano si sarà dorato. Sforniamo e tagliamo ogni pizzolo in quattro parti, prima di servire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...